Over 50 Gambe Aperte

Signora non 101465

CuriositàVarie Il linguaggio del corpo fa parte di tutta quella famiglia di messaggi comunicativi che vengono identificati come comunicazione non verbale. E' importante capire come ogni comunicazione fra esseri umani, avviene su 2 piani diversi. Il primo, e più immediato, è costituito da quello che diciamo le parolementre il secondo rappresenta tutta una serie di messaggi non verbali come per esempio il tone della voce, la gestualità del corpo, il contatto corporeo con gli altri, il modo di vestirsi ed adornarsi, ecc. Potrà, invece, stupire il fatto che l'importanza dei 2 tipi di comunicazione è molto diversa da quella che, comunemente, ci si potrebbe aspettare. Volendo essere un po più precisi, possiamo definire la comunicazione non verbale come tutto quell'insieme di segnali, gesti, movimenti della testa, del viso e di altri atteggiamenti del corpo come la postura in piedi, il modo di stare seduti, la direzione dello sguardo, la vicinanza alle altre persone, il contatto corporeo ed il tono della voce. Il solo contenuto delle parole non è sufficiente per qualificare tale informazione. Il corpo spesso parla più delle parole e riesce a dare un senso emozionale del contenuto. Il linguaggio del corpo comunica molto di più e meglio delle parole che usiamo.

Sinistra poco, ormai, alla fine della gestazione e ti immagini sdraiata sul branda della sala travaglio. Solo in era recente è stata introdotta la aspetto del medico uomo e da allora la posizione supina è stata adunata come quella che consente il preminente controllo da parte del personale igenico, non solo al momento della alba, ma anche durante tutto il epoca del travaglio. In realtà, la atteggiamento litotomica è quella meno favorevole, per la donna ma anche per il nascituro. Una volta giunta sul branda da parto, infine, le staffe alle quali la donna appoggia le gambe sono standard, qualunque sia la sua altezza e la sua capacità di divaricare le gambe: è vero affinché le ostetriche possono regolarle, ma è ben difficile che in quel attimo la mamma sia in condizione di dire come le sente più comode! Sapere di non dover stare sdraiata sul lettino dà alla donna forza e fiducia nelle sue capacità, perché sente di poter usare il massa come meglio preferisce.