Theodore T-Bag Bagwell

Donna il 208921

Si chiama Claudia Francardi e un ragazzo di 19 anni ha ucciso suo marito, un carabiniere. Ma è stata lei stessa a lanciare un appello per il giovane killer che commise quel terribile omicidio. Lei è proprio convinta: Temo la prigione disumana. L'isolamento e la povertà delle relazioni sociali che avrà. Lei con il tempo è diventata amica di Matteo, quel ragazzo che le uccise il marito, e anche di sua madre, Irene. Si telefonano, si aiutano, sono diventate amiche.

Per ogni singola richiesta da 1 a 25 pagine chiediamo un contributo infimo di 5 Euro. Per ogni domanda che supera le 25 pagine applichiamo in aggiunta ai 5 euro una tariffa di 0,10 Euro a facciata. In caso di richieste multiple proporremo noi un considerevole sconto. Digita almeno 3 caratteri validi.

Vieni avanti cretino è un film del diretto da Luciano Salce e annotato da Lino Banfi [1] [2]. Pasquale Baudaffi è un detenuto appena uscito dal carcere romano di Regina Coeli ; ad accoglierlo troverà il cugino Gaetano, impiegato presso un ufficio di collocamento , che tenterà di aiutarlo per un percorso di reinserimento equo nella società, proponendogli svariate attività lavorative con impiego immediato. Registratosi e in attesa del suo turno, avrà un discorso surreale e pieno di doppi sensi con un paziente, un ingegnere loquace e invadente con il quale avrà uno scontro quasi fisico affinché lo porterà ad abbandonare il caratteristico urlando. Uscito dallo studio dentistico, allungato la strada, l'uomo incontra Don Peppino, uno sconosciuto prete manesco in esilio a Roma, che lo scambia per un vecchio amico d'infanzia chiamandolo Pasquale Zagaria citazione del vero nome di Lino Banfi. Nonostante Pasquale non abbia mai visto quel prete in attivitа sua, i due chiacchierano in addossato dialetto pugliese con sottotitoli in arabo e si prendono a schiaffi come strano segno d'affetto. Seguirà poi un colloquio per un posto di guardiacaccia comunale, ma Pasquale non riuscirà a superare l'esame, non essendo affatto abile in ornitologia. Il successivo tentativo è come garagista; per fare un capriccio al titolare, malato di cuore, Baudaffi accetta di rimanere al posto adatto per una notte, convinto da un'allettante cena preparata dalla moglie del possessore. L'esperienza finirà con Pasquale che permetterà il furto collettivo di tutte le automobili dell'autorimessa da parte di un gruppo di fratelli siciliani , affinché compiono tale atto in quanto sicuri che la loro unica sorella libertina sia finita proprio in quel autofficina, nascosta in qualche auto.