Vaccino Covid: i medici la seconda dose e gli effetti collaterali

Donna vaccinata 71032

Repubblica riporta che da tempo aveva perso la coscienza del tempo e della memoria. Nel è stata lei stessa a raccontare la sua malattia su Facebook, scrivendo ai suoi fan e motivando l'assenza che ne sarebbe derivata:. Dopo cinquantadue anni di ininterrotta attività, migliaia di concerti e spettacoli teatrali sui palcoscenici di una buona metà del pianeta, dopo un centinaio di album incisi in almeno sette lingue diverse, ho deciso di mettere un punto fermo alla mia carriera di interprete dal vivo. Sono uscita dalla clinica che ho recuperato tutto, ma ho messo a dura prova la mia salute anche a causa della carriera. Per anni non ho avuto giorni di ferie, mai. E il mio corpo mi ha presentato il conto, a 71 anni.

Come consigliato, somministreremo AstraZeneca principalmente agli over 60, ma chi ha già costruito la prima dose potrà in ciascuno caso ricevere anche la seconda dello stesso vaccino. Lo ha scritto il governatore ligure Giovanni Toti stasera su Fb. L'arrivo delle fiale di Pfizer e Moderna hanno fatto ripartire la somministrazione delle prime dosi di bovino in Calabria. Ma i ritardi accumulati, nonostante le rassicurazioni e l'ottimismo del presidente della regione Nino Spirlí, sono difficili da recuperare. A incidere contrariamente è sicuramente l'alto numero di rifiuti di AstraZeneca. Su L'apertura di nuovi centri vaccinali non ha adesso risolto i disagi legati, soprattutto, alla prenotazione. È sempre più allarmante la diffusione del Covid in Turchia.

Nel frattempo, le autorità del paese scandinavo hanno spedito una lettera a chi abbia ricevuto una dose negli ultimi 14 giorni in cui si mettono in guardia le persone sui possibili effetti collaterali aggiuntivi rispetto a quelli comuni in caso di vaccinazioni. Potrebbe verificarsi ad esempio un sanguinamento arrecato da un semplice sfregamento. Non affare preoccuparsi se accade nel punto di iniezione, dove è normale che accada» si legge nella comunicazione. Alcuni casi simili, in certi casi molto rari, sono avvenuti in Norvegia, Germania e nella stessa Danimarca. Se, come accennato, si verificano segni di sanguinamento della pelle o delle mucose sotto aspetto di lividi, piccole macchie rosse sulla pelle o sanguinamento che non si ferma normalmente, è importante consultare un medico». In quella stessa comunicazione venivano elencati altri sintom i, differenti bensм in certi casi legati a problemi di coagulazione del sangue: da un mal di testa molto forte a un mal di stomaco intenso aguzzo a una gamba che diventa improvvisamente fredda, un dolore improvviso in una specifica parte del corpo, la difficoltà a respirare e la paralisi di una parte del corpo.

Una persona su quattro tra quelle vaccinate con Pfizer o AstraZeneca manifesta lievi effetti collaterali come mal di capo, debolezza e indolenzimento: solitamente i sintomi culminano nelle prime 24 ore dopo la somministrazione e spariscono nell'arco di uno o due giorni. Lo dimostra il primo studio comparativo dei coppia vaccini condotto nella popolazione generale su quasi mila cittadini britannici, dunque al di fuori delle condizioni controllate tipiche delle sperimentazioni. I risultati, migliori rispetto a quelli ottenuti durante i prova clinici di fase tre, sono pubblicati sulla rivista Lancet Infectious Diseases dai ricercatori del King's College di Londra. Lo studio si basa sulle segnalazioni fatte spontaneamente dai cittadini tramite una app negli otto giorni successivi alla vaccinazione, tra dicembre e marzo Il campione di mila britannici include mila persone che hanno ricevuto la avanti dose di Pfizer e 28mila affinché hanno ricevuto anche la seconda, oltre a mila cittadini a cui è stata iniettata la prima dose di AstraZeneca. I soggetti più colpiti sono stati gli under e le donne. Per coloro che avevano già avuto la Covid, la probabilità di criticare effetti collaterali sistemici è risultata tre volte maggiore dopo Pfizer e coppia volte maggiore dopo AstraZeneca. Redazione Baia 05 maggio Ottieni il codice embed.

Niente che una Tachipirina non possa appianare. Tutti gestibili e regrediti in poche ore. La mattina ancora dopo ero come nuova». Francesco Castrini: «Mal di testa per poche ore» Francesco Castrini, specializzando in Igiene e medico vaccinatore del Gemelli di Roma, ha «avuto la fortuna di essere tra i primi vaccinati, il 28 dicembre — racconta —. Dopo qualche ora ho avvertito cefalea, dolori alle ossa e ai muscoli, a fine giornata epoca tutto sparito». Dopo la seconda dispensa «il mal di testa è ceto davvero forte e ho avuto malessere nel sito di iniezione.